Da dove viene l’insonnia e dove va il sonno?

Il sonno è un bisogno umano fondamentale. Non è un caso che la sua mancanza stia diventando un grande argomento nella società di oggi. In nome della performance tradiamo il nostro bioritmo naturale e ci esponiamo a uno stress continuo. Di conseguenza, soffriamo, soprattutto in età avanzata, di disturbi del sonno, più spesso di insonnia. Cosa fare se le tue mattine non sono più buone da molto tempo e non riesci a dormire completamente?

Cos’è l’insonnia?

L’insonnia è un disturbo del sonno caratterizzato da difficoltà ad addormentarsi di notte, svegliarsi presto al mattino senza riuscire ad addormentarsi di nuovo, svegliarsi frequentemente durante la notte e anche passare dal giorno alla notte, chiamato “veglia notturna”.

 

Quali sono le cause dell’insonnia?

La forma del sonno è cambiata fondamentalmente diverse volte storicamente. Il sonno solitario in una stanza chiusa, al quale abbiamo un limite di 8 ore con un po’ di esagerazione, è una cosa relativamente moderna e la dobbiamo alla rivoluzione industriale. A quel tempo, inoltre, il lavoro era ancora fisicamente impegnativo. Oggi, la maggior parte delle persone fa un lavoro piuttosto mentale. Quando andiamo a letto la sera, non è il nostro corpo esausto che ci aiuta ad addormentarci, ma è la nostra mente che non ci permette di dormire. L’età avanzata, il dolore o le malattie mentali o neurologiche, il cambiamento di fuso orario, ma anche un ambiente di sonno inadatto contribuiscono all’insonnia.

 

Come si cura l’insonnia cronica?

L’insonnia non è necessariamente legata a una mente inquieta. Può essere un effetto collaterale di altre malattie. Se si soffre d’insonnia per molto tempo, è consigliabile affidarsi a un medico generico, che potrebbe poi consigliare l’appoggio ad un laboratorio del sonno, dove avrà luogo un esame completo.

Il trattamento farmacologico è l’ultima scelta per l’insonnia cronica e serve solo a ripristinare il ritmo naturale del sonno.

Come posso aiutarmi se soffro d’insonnia?

L’ideale è conoscerne le ragioni, che sono diverse per ogni individuo. Ci può essere uno stress attuale sullo sfondo (insonnia transitoria o acuta), oppure è il risultato di uno stile di vita lungo e faticoso (insonnia cronica). Il primo aiuto è quello di seguire le regole della cosiddetta igiene del sonno (aria fresca nella stanza, assenza di caffeina e alcol, attività tranquilla prima di andare a letto, ecc.) Se hai già provato queste soluzioni e ancora non hai dormito bene, la psicoterapia può essere una scelta ideale.

hedepy-natalie-1-w

Come trattare l’insonnia con la psicoterapia?

Il primo servizio che vi darà la psicoterapia è probabilmente quello di ridurre lo stress che molti “insonni” sperimentano prima di addormentarsi. Le preoccupazioni come: “se mi addormenterò, quando mi sveglierò e come farò la mattina e tutto il giorno”. La psicoterapia ti aiuterà a dare un’occhiata da vicino agli schemi dei tuoi modelli di sonno e a trovare connessioni tra dettagli apparenti che spesso influenzano il sonno.

Offre anche tecniche che puoi provare tu stesso prima di andare a letto. Ma qual è la cosa più preziosa della psicoterapia? Ci insegna ad avvicinarci a noi stessi come un individuo, una personalità unica. La pressione del sonno che dura “da a” può smettere di funzionare a una certa età. A volte si scopre che è sufficiente accettare le proprie esigenze – accogliere una siesta pomeridiana nella propria vita, invece di rotolarsi nel letto la mattina presto si potrebbe voler solo iniziare un allenamento o andare direttamente al lavoro.

 

Come può aiutarmi la psicoterapia online se soffro di insonnia?

Uno psicoterapeuta online ti fornirà tutti i servizi che riceveresti in una sessione standard faccia a faccia. Il vantaggio è che ti connetti direttamente con un terapeuta che è un esperto sul tuo argomento. L’orientamento preciso può rendere più veloce la ricerca di un equilibrio nella tua vita. Inoltre, puoi completare la sessione direttamente nella comodità di casa, e dopo il rilassamento finale, che è un alleato ideale nella lotta contro l’insonnia, puoi continuare piacevolmente a dormire e sfruttare al massimo le sue possibilità.

La vera storia di un cliente e di come la terapia lo ha aiutato:

“Soffro d’insonnia da molto tempo, con l’età sempre di più. Non prendo pillole, quindi mi aiutavo addormentandomi con la TV. Ma poi è arrivata la terza mattina e mi sono svegliato con la sensazione di non riuscire a respirare. Per l’ora successiva, ho cercato di addormentarmi e ho solo fissato la sveglia fino al mattino. Ho imparato l’igiene del sonno dal mio psicoterapeuta. Gradualmente, sono riuscito a migliorare il mio sonno cambiando alcune delle mie abitudini. Grazie ai rilassamenti guidati, ho imparato ad addormentarmi anche dopo essermi svegliato di notte. Ora ho un esame nel laboratorio del sonno, stanno vagliando la diagnosi di apnea del sonno. Fino ad allora, mi concentro sulla gestione dello stress da lavoro. Come se i miei compiti non mi permettessero nemmeno di dormire bene.”

Prova la psicoterapia con una videochiamata

Approfitta della prima seduta gratuita 🎁
Valentina Giglio (1500+ ore di pratica)
RELAZIONI TRAUMA GENITORIALITÀ
Formazione terapeutica verificata
„Come un farfalla intrappolata in una teca, la felicità muore se non viene presa con leggerezza.“
Valentina Ambrosio (10000+ ore di pratica)
ANSIA RELAZIONI AUTOSTIMA E CONCETTO DI SÉ LUTTO
Formazione terapeutica verificata
„Ogni evento, anche il più doloroso, nasconde il seme dell’opportunità e del cambiamento. Nulla accade a caso!“
Paola Pepe (1000+ ore di pratica)
DEPRESSIONE ANSIA RELAZIONI INSONNIA
Concludendo la formazione in psicoterapia
„Sono qui per aiutarti e insieme troveremo una soluzione.“