Qual è la differenza tra uno psicologo, uno psichiatra, uno psicoterapeuta e un coach?

Psicologo

È un laureato magistrale in psicologia, che ha effettuato l’anno di tirocinio e ha superato l’Esame di Stato iscrivendosi alla sezione A dell’albo professionale. Uno psicologo può specializzarsi in vari campi (per esempio: psicologo scolastico, psicologo del lavoro, psicologo forense, ecc.) e il suo lavoro si differenzia a seconda della specializzazione scelta. Per esempio lo psicologo scolastico si occupa della diagnosi della maturità scolastica.

 

Psichiatra

È un medico, laureato alla Facoltà di Medicina, che si occupa professionalmente di psichiatria, quindi è in possesso di un certificato in psichiatria che di ottiene dopo almeno 5 anni di pratica psichiatrica ed il superamento di esami di attestazione. Professionalmente, può poi specializzarsi in varie sotto-aree della psichiatria, come la psichiatria infantile, il trattamento delle dipendenze, ecc. A differenza di uno psicologo, uno psichiatra può prescrivere farmaci.

 

Psicoterapeuta

Può essere uno psicologo, uno psichiatra, un assistente sociale, ecc. ma deve aver completato una formazione psicoterapeutica (diversi anni di formazione che culminano in un esame) e aver subito una psicoterapia personale e aver completato una supervisione continua della propria pratica.

 

Coach

È una persona che aiuta le persone a fissare degli obiettivi e poi a raggiungerli. Il problema con la parola coach è che non c’è una regola chiara su chi può chiamarsi coach e chi no. Di conseguenza, la parola coach può essere usata da chiunque. La differenza tra la psicoterapia e il coaching è che l’obiettivo degli sforzi psicoterapeutici è quello di alleviare o eliminare i problemi del cliente, mentre l’obiettivo del coaching è quello di aiutare le persone a raggiungere obiettivi (per esempio una perdita di peso, ottenere un lavoro da sogno, ecc). Tuttavia, a volte ci si imbatte nei limiti del coaching perché gli ostacoli che ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi sono nascosti nel profondo di noi stessi. In questo caso è preferibile scegliere un percorso di psicoterapia che lavora ad un livello più profondo del coaching.

Non devi essere solo

A volte la parte più difficile è iniziare